ITA | ENG
 

Via A. Gramsci, 35 - 20037 Paderno Dugnano (MI) Cell. +39 3333716806 | Tel./Fax +39 0299043383

ATTIVITÀ


Home
Le nostre attivitÃ
Health & Safety
Formazione
EAD                                                     Manutenzione Sicura
Policy
Privacy
Contatti
Links

Organizzato da www.spazioconfinato.it, dal Centro di Ricerca Interdipartimentale sulla Sicurezza e Prevenzione dei Rischi C.R.I.S. - Modena e dalla Fondazione Organismo di ricerca GTecnology – Modena, si terrà il 17/18 ottobre p.v. a Bologna nell’ambito della 14a edizione della manifestazione Ambiente Lavoro il 3° Convegno Nazionale sulle attività negli Spazi Confinati e che avrà come titolo “Safe work in Confined Spaces: Guidelines and Best Practices”.

Sin dalla sua prima edizione, questo evento rappresenta un momento di analisi e confronto delle esperienze di tutti quegli attori del sistema prevenzionistico nazionale e internazionale che, a vario titolo e con differenti modalità, hanno acquisito una specifica competenza nell’ambito delle attività nei Confined Spaces. Inoltre, da sempre, fonda la propria ragione d’essere sulla consapevolezza che l’estrema varietà di situazioni operative connesse all’attività nei Confined Spaces necessita un grande sforzo di ricerca e condivisione dell’esperienza acquisita, anche a livello internazionale, così da poter fare tesoro dei diversi approcci metodologici e accorgimenti tecnici da poter tradurre in chiave operativa e rendere disponibili a livello nazionale agli operatori del settore. Per evitare che si ripetano incidenti in queste attività, appare infatti fondamentale definire strumenti concettuali e operativi adeguati a garantire la salute e sicurezza degli operatori addetti. Se da una parte è evidente che la verifica della qualità dell’aria interna e la garanzia di un’adeguata ventilazione sono basilari, dall’altra la conformazione strutturale di molti ambienti in cui si è chiamati a operare e la presenza di altri rischi specifici associabili a queste attività, necessitano l’applicazione di specifiche metodiche di analisi e valutazione delle singole fasi operative. Affermata sia l'importanza di DUVRI, POS, PSC come documenti che formalizzano l'attività di cooperazione, coordinamento e informazione reciproca delle imprese coinvolte in un appalto, sia la necessità di verificare che la catena degli appalti e subappalti non porti aziende o lavoratori autonomi a eseguire attività per le quali non sono né preparati né attrezzati, la questione è una sola: bisogna eseguire un’approfondita e corretta valutazione dei rischi, un addestramento efficace, prevedere l’impiego di attrezzature idonee e pianificare sia le attività ordinarie sia gli scenari di emergenza, codificando le operazioni da porre in essere. Questo, è auspicabile, alla luce di una specifica norma tecnica di riferimento da sviluppare sulla base di linee guida, norme e/o standard e Best Practices presenti a livello nazionale e internazionale.

Nella giornata del 17 ottobre sono previsti gli interventi di relatori rappresentanti di Enti e organizzazioni nazionali e internazionali, che illustreranno quanto predisposto nei rispettivi paesi come norme tecniche/buone prassi oltre a testimonial aziendali che porteranno la propria esperienza nel settore.

Nella mattina del 18, invece, saranno riportate le esperienze condotte finora e illustrate le indicazioni operative elaborate da alcuni Enti di vigilanza e controllo; contestualmente saranno dare indicazioni sulle modalità e i piani di verifica e vigilanza nell’ambito dei territori di specifica competenza.

L’evento, che si rivolge a tutti coloro che, a vario titolo, operano nel settore degli ambienti sospetti di inquinamento o confinati in quanto coinvolti o interessati nella programmazione, gestione, attuazione, monitoraggio e nella valutazione delle attività in questi particolari ambiti operativi, ha recentemente ricevuto anche l’Alto patronato del Presidente della Repubblica. La notizia è stata comunicata con un telegramma al Dott. Ing. Adriano Paolo Bacchetta direttore scientifico dell’iniziativa e coordinatore di www.spazioconfintato.it, dal segretario generale alla Presidenza della Repubblica, Donato Marra, che ha inoltre formulato «l’augurio per il successo della manifestazione».

 

La conferma dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, ha commentato il coordinatore di www.spazioconfinato.it, oltre a riempirci di soddisfazione ci sprona a onorare al meglio un tale riconoscimento che, per il secondo anno consecutivo, premia con un gesto concreto di apprezzamento e adesione un’iniziativa che fonda il proprio essere nella serietà e nella diffusione della cultura della salute e sicurezza nello specifico settore operativo degli ambienti sospetti di inquinamento o confinati.

 

Un riconoscimento che va ad aggiungersi ai patrocini di Enti e Organizzazioni già ottenuti e che mette ancor più in evidenza l’eccellenza di un progetto che, anno dopo anno, è cresciuta fino a raggiungere la formula attuale che propone una riflessione a 360° sui temi delle attività nei cosiddetti Confined Spaces, raccogliendo sempre più operatori e organizzazioni intorno ai valori della collaborazione e dell’impegno costante per il miglioramento del livello di tutela dei lavoratori addetti a operare in questi particolari ambienti di lavoro.

 Per maggiori informazioni o per iscriversi al convegno, visitate www.spazioconfinato.it

.

Copyright 2005-2013 Studio Consulenze Industriali | Partita IVA 0 3 6 8 7 1 0 0 9 6 0 | Site map| Legals| Credits